puglia
News Lecce

Home » Puglia Notizie » News Lecce » “Il Sacro Cuore non si tocca”: Gallipoli scende in piazza per difendere il suo ospedale

“Il Sacro Cuore non si tocca”: Gallipoli scende in piazza per difendere il suo ospedale

“Il sacro cuore non si tocca”. E’ il messaggio chiaro, esplicito, urlato a gran voce ieri mattina da oltre 1500 persone, che hanno sfilato per le vie di Gallipoli nella manifestazione organizzata dal Comitato pro ospedale “Sacro Cuore”: cittadini, operatori sanitari, associazioni del territorio e le forze politiche locali quasi al completo a tutela del nosocomio, “minacciato” dalle ombre lunghe del ridimensionamento voluto dal piano regionale sanitario che prevede l’accorpamento, per alcuni servizi come il punto nascita, e Ortopedia con il “Ferrari” di Casarano. “Sì al potenziamento e no al ridimensionamento” uno degli slogan maggiormente gettonati sugli striscioni che hanno accompagnato la rumorosa ma composta marcia.

Circa 1500 persone nel corteo, ricca presenza di forze politiche

Ricca la presenza di bandiere di partiti politici: tra i presenti anche i sindaci Tuglie, Alezio e Sannicola, il consigliere regionale Ernesto Abaterusso, l’onorevole Fritz Massa: in testa la corteo l’ex sindaco Flavio Fasano. Presenti anche i rappresentanti di “Noi Salvini”, Aldo Aloisi e il consigliere Andrea Caroppo. Una tutela multi-partisan, contro una “politica dei tagli che non può privare un territorio dei diritti più sacrosanti”. A rischiare la chiusura, oltre a Gallipoli, sono oltre 20 ospedali su scala pugliese, toccati da manovre che fan rima con ridimensionamento nel numero dei posti letto, accorpamenti e chiusura di reparti: a lottare per restare “in vita” ci sono oggi i ricoveri di Manfredonia, Lucera, Fasano, Martina Franca e molti altri centri ospedalieri.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia