mottola
Le Gravine

Home » Cosa vedere » Le Gravine » Il centro apulo di Mottola. Le mura megalitiche ed i villaggi rupestri

Il centro apulo di Mottola. Le mura megalitiche ed i villaggi rupestri

mottola

Le mura megalitiche del IV sec. a.C. testimoniano le origini antichissime di Mottola, fu infatti un centro apulo. Le vie gradinate del suo centro storico hanno un impianto circolare dominato dalla chiesa di S.Maria Assunta e il suo abitato sorge sull’ultimo gradino delle Murge.

La chiesa di Santa Maria Assunta è stata fondata nel ‘200 e poi rimaneggiata più volte nel corso dei secoli, la facciata è in stile romanico con tre portali di ingresso; ai lati di quello centrale vi sono due colonne su leoni di fattura medievale. L’interno è a tre navate con altari lungo le due laterali; nella cappella dedicata al Santissimo Sacramento vi è una grande pittura raffigurante l’ultima cena.

Il territorio di Mottola è ricco di lame e di gravine, le prime sono dei piccoli solchi nel terreno di origine carsica dove si creano dei fiumi che portano le acque meteoriche a mare, le seconde invece hanno la stessa origine delle lame ma sono dei veri e propri canyon. Di notevole importanza archeologica è il Villaggio rupestre di Lama Petruscio, questo si trova a sud-est rispetto all’abitato cittadino ed è composta da oltre 200 grotte utilizzate nei secoli come abitazioni, luoghi di culto o tombe. La maggior parte di queste grotte hanno più ambienti comunicanti tra loro.

Un altro importante villaggio rupestre è quello di Casalrotto, il casale al quale fa riferimento il toponimo è formato da un centinaio di grotte scavate sulle due sponde della lama. L’agglomerato si sviluppò intorno ad un monastero dedicato a Sant’Angelo. Durante il dominio bizantino sorsero numerosi monasteri rurali, quello di Santa Margherita, quello di San Gregorio e quello dedicato a San Nicola.

La chiesa di San Nicola è spesso descritta come la chiesa più bella di Mottola, al suo interno vi sono tre affreschi che raffigurano San Nicola con chiari riferimenti stilistici bizantini e numerosi altri affreschi; lo spazio riservato agli officianti e separato dalla navata per mezzo di una iconostasi.

Cosa vedere a Mottola

Chiesa S.Maria Assunta
Villaggio ipogeo di Petruscio
Chiesa di San Nicola e le cripte presso Casalrotto

Come arrivare a Mottola

Auto

30 km a nord-ovest di Taranto lungo la SS7

Treno

Collegamenti diretti con Taranto, stazione di Palagiano-Mottola

Linee urbane

Collegamenti diretti con Taranto (Ferrovie del Sud Est, CTP)




Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia