puglia
News BAT

Home » Puglia Notizie » News BAT » Una domenica di corsa sulle ruote: la Mezza Maratona di Barletta e la storia degli spingitori

Una domenica di corsa sulle ruote: la Mezza Maratona di Barletta e la storia degli spingitori

spingitori-maratona-barletta

Quantità e qualità per un weekend ad alti livelli agonistici. La corsa di oltre 2100 iscritti per una domenica di sport e divertimento: questa è stata la Cargraphik Half Marathon 2016 per Barletta. La domenica mattina barlettana è stata allietata dalla colorata kermesse svoltasi sulla distanza dei 21,097 km, kermesse che come da previsioni ha visto il successo del nostro Mimmo Ricatti. L’atleta barlettano dell’Aeronautica Militare ha conquistato il primo posto con il tempo di 1:06:28 bissando la vittoria dello scorso anno e precedendo Francesco Minerva del Dynamyk Fitness (1:06:55) e Alberico Di Cecco della ASD “Vini Fantini” (01:11:10) . A trionfare in ambito femminile è stata Paola Di Tillo del Gruppo Sportivo Virtus Campobasso con il tempo di 1:22:06. La Di Tillo ha preceduto Marisa Russo della ASD Marathon Massafra (1:26:33) e Teresa Lelario dell’Atletica Tommaso Assi di Trani (1:28:54).

Vincono Ricatti e Di Tillo, ma la storia da applausi

Un capitolo a parte lo merita però il racconto fatto da chi ha corso per sé e per gli altri, anteponendo la gioia di chi fa fatica a tagliare certi traguardi alla propria gloria personale: parliamo degli “spingitori”. Difatti, per sei atleti disabili la mezza maratona di Barletta ha avuto un significato particolare: Gaetano, Alessandra, Ciccio, Alessandro, Tommaso e Ruggiero hanno potuto prendervi parte grazie all’opera di questi volontari che li hanno accompagnati e sostenuti dalla partenza (fissata con 5 minuti di anticipo rispetto al resto del gruppo) fino all’arrivo. “E’ una misura che ho voluto fortemente portare a Barletta, dopo averla esperita in diverse maratone al nord-ha raccontato Mariella Dileo, coordinatrice dell’innovativo apporto alla gara-siamo una grande società e sono fortunata, perché posso contare su diversi collaboratori che mi danno una mano: devo ringraziare anche un ragazzo conosciuto a Brescia, che ci ha fatto dono di speciali ruotini che possano aderire alle carrozzine per dare stabilità”. E al tempo dei saluti, con la manifestazione finita, è tempo di ringraziare chi ha permesso per un giorno di festeggiare due ore di corsa per le vie di una città, con un modello da “esportare con orgoglio” da noi pugliesi.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia