ginosa
Le Gravine

Home » Cosa vedere » Le Gravine » Ginosa. Il Castello arroccato sulla rupe, i villaggi rupestri, la marina ed il lago

Ginosa. Il Castello arroccato sulla rupe, i villaggi rupestri, la marina ed il lago

ginosa

Ginosa è un intreccio di arte, spiritualità e vita quotidiana che a Pasqua, e ad Agosto, fa da teatro alla rappresentazione della Passione di Cristo. Le sue case-grotte e le chiese rupestri convinsero il regista Pier Paolo Pasolini a spostare qui alcune delle riprese del film Il vangelo secondo Matteo.

Arroccato su di una rupe, inglobato al costone della gravina che circonda per tre quarti Ginosa, si trova il castello. La parte più antica è di costruzione normanna e fu voluta probabilmente da Roberto il Guiscardo intorno al 1080, era munito originariamente di tre torri merlate e di un ponte levatoio; nel XVI secolo parte del castello iriginaria fu abbattuta, in modo da trasformarlo in un palazzo nobiliare. La parte posteriore del castello, a strapiombo sulla gravina fa parte della costruzione primitiva.

Poco distante dal castello, percorrendo via Matrice, si raggiunge la Chiesa Madre, immersa nello scenario rupestre. Costruita a metà del ‘500, ha linee semplici in stile gotico rinascimentale con la facciata realizzata in tufo. L’interno è a tre navate con cappelle lungo le navate laterali, nella navata mediana si trovano l’altare maggiore ed il pulpito settecentesco.

L’ambiente rupestre di Ginosa è stato fortemente antropizzato fino alla seconda metà del secolo scorso, il villaggio rupestre del Casale o quello di Rivolta, sono esempi di villaggi strutturati, le case sono disposte su ben cinque livelli, collegati tra di loro con scale e stradine. Nel ‘500 si sviluppò la creazione delle case-grotta, parte della casa era scavata nella pietra e parte costruita con i materiali estratti durante lo scavo. Molte case-grotta avevano anche la cisterna per la conservazione dell’acqua. Nel villaggio del Casale si trova la cripta di San Leonardo Vecchio, costituita da una parte in grotta risalente al ‘500 e da una parte in muratura settecentesca; all’interno vi sono due affreschi di cui uno raffigurante San Nicola e l’altro la Buona Morte.

A pochi chilometri dal centro principale, si trova Marina di Ginosa. Con i suoi 7 chilometri di costa, rappresenta un luogo ideale soprattutto per le famiglie, questo grazie alla lunga spiaggia di sabbia bianca ed alle acque limpide e con fondali bassi; numerosi sono inoltre i lidi attrezzati e le strutture ricettive che completano l’offerta del territorio.

A soli 3 chilometri dal centro abitato inoltre c’è il lago Salinella, un piccolo lago a cavallo del confine con la Basilicata. Il lago si trova all’interno dell’Area Naturale Pinete dell’Arco Ionico, ed è un’importante zona umida, poiché ospita numerosi uccelli migratori tra i quali c’è anche la cicogna.

Cosa vedere a Ginosa

Castello
La Chiesa Madre
Villaggio rupestre del Casale
Villaggio rupestre di Rivolta
Cripta di S.Leonardo Vecchio
Marina di Ginosa
Lago Salinella

Come arrivare a Ginosa

Auto

55 km a nord-ovest di Taranto lungo le E90 e SS580

Treno

Collegamenti diretti con Taranto

Linee urbane

Collegamenti diretti con Taranto (CTP)




Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia