gallipoli
Il Salento ionico

Home » Cosa vedere » Il Salento ionico » Gallipoli, la capitale del divertimento salentino

Gallipoli, la capitale del divertimento salentino

Angolo d’Oriente in terra salentina, Gallipoli è detta la “città bella”. L’abitato è suddiviso in due parti: la Città, su una piccola isola, e il Borgo, su un basso promontorio. I turisti di tutta Europa e gli emigranti che la popolano durante l’estate la trasformano in capitale del divertimento salentino. Di fronte alle coste di Gallipoli vi è l’isola di Sant’Andrea che, per la presenza del gabbiano corso, è tutelata come Parco naturale regionale isola di S. Andrea e litorale di Punta Pizzo.

La città è il centro storico di Gallipoli, caratterizzata da vie strette e tortuose; qui si trova il Castello. L’imponente struttura si affaccia sul mare ed è stata nei secoli fortemente rimaneggiata, la prima costruzione risale al XIII secolo, a questa, nei secoli, si sono aggiunte nuove costruzioni come il rivellino databile 1522.

Sempre nel centro storico si trova la Cattedrale dedicata a Sant’Agata, con la sua fastosa facciata in tufo, ornata con numerose statue. L’interno è a croce latina a tre navate, con un impianto rinascimentale, ma con le volte tipiche del barocco leccese. Numerosi e molto belli sono gli affreschi sulle pareti della chiesa.

La città è un piccolo scrigno, racchiude al suo interno numerosi palazzi e chiese di pregio, dove il protagonista assoluto è il barocco. La chiesa di San Francesco ad esempio seppur sia stata edificata nel XIII secolo, a causa dei forti rimaneggiamenti successivi, ha perso completamente lo stile medievale. Con la facciata in tufo, il suo interno a tre navate ospita lungo le pareti laterali dieci altari in stile barocco.

Il Museo Civico Barba è allestito all’interno di un palazzo ottocentesco, al suo interno sono conservate ed esposte una collezione di armi rinascimentali, vi è anche una collezione archeologica, qui sono esposti reperti provenienti dalla vicina città di Alezio. Nel museo c’è anche una sala dedicata al pittore gallipolino Giovanni Andrea Coppola con esposte una ventina di opere.

La piccola chiesa della Purità, si trova di fronte alla spiaggia omonima. La facciata esterna è abbastanza semplice con il cornicione fatto di tufo a vista e le maioliche raffiguranti la Madonna. L’interno è ad unica navata ricca di stucchi e dipinti settecenteschi.

Risalente al settecento, palazzo Tafuri è un edificio nobiliare, in stile barocco con le cornici delle finestre rococò.

Uscendo dal centro storico e dirigendosi verso il borgo, su corso Roma si trova la Fontana Greca, si dice che sia la fontana più antica d’Italia, probabilmente risalente al III secolo a.C.; recenti studi però, la datano in epoca rinascimentale. La fontana è in pietra leccese arricchita da bassorilievi, sono scolpite tre metamorfosi legate al tema dell’acqua.

Il litorale a sud di Gallipoli, che collega il paese a Santa Maria di Leuca è soprattutto sabbioso, ha fondali digradanti ed è ricco di lidi che di sera si trasformano in bar-discoteche. Molto conosciuta è la spiaggia di Punta della Suina, con sabbia bianca ed una ricca pineta che garantisce frescura nelle calde giornate estive. La litoranea nord invece è sabbiosa solo per il primo tratto, poi dirigendosi verso Santa Maria al Bagno diventa rocciosa ed ideale per quanti praticano lo snorkeling.

Cosa vedere a Gallipoli

Castello
Cattedrale
Museo civico Emanuele Barba
Chiesa di S.Francesco d’Assisi
Chiesa della Purità
Palazzo Tafuri
Corso Roma e la fontana greca
Punta della Suina

Come arrivare a Gallipoli

Auto

42 km a sud-ovest di Lecce lungo la SS101

Treno

Collegamenti diretti con Lecce (Ferrovie del Sud Est)

Linee urbane

Collegamenti diretti con Lecce (Stplecce, Ferrovie del Sud Est, SalentoinBus nel periodo estivo)




Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia