egnazia
La costa a nord di Brindisi

Home » Cosa vedere » La costa a nord di Brindisi » Egnazia, importantissimo centro commerciale dell’antichità

Egnazia, importantissimo centro commerciale dell’antichità

La sua posizione geografica fece di Egnazia un importantissimo centro commerciale dell’antichità. Le sue origini risalenti al XV sec. a.C. sono testimoniate da illustri citazioni di Orazio e Plinio il Vecchio. Egnazia ha dato il nome ad un tipo di ceramica (detta appunto “di Gnathia”) qui prodotta, e caratterizzata da decorazioni colorate su sfondo nero.

All’esterno delle mura di cinta si trova il Museo Archeologico Nazionale di Egnazia, al suo interno i reperti sono organizzati in tre differenti mostre tematiche: la prima su materiali dell’età del bronzo, la seconda sulla storia della città e la terza intitolata Archeologia globale ad Egnazi,a nella quale si evidenziano le relazioni tra l’archeologia e le altre discipline scientifiche.

Il Parco Archeologico di Egnazia è di notevoli dimensioni, partendo dalle colline fino a giungere a mare dove si trovano i resti del porto e del muraglione messapico che rappresentava l’estremo limite della città. Tra i resti è possibile riconoscere quello della Basilica civile di età augustea. Qui si amministrava la giustizia e si trattavano gli affari, è ha pianta rettangolare con gli spazi separati da colonne. La Basilica Episcopale invece è un grande edificio a tre navate con tre ingressi preceduti da un portico, è stato ritrovato parte del mosaico della navata destra ed è conservato all’interno del museo.

Il Sacello delle Divinità Orientali fu edificato nel III secolo d.C., al centro si trova un basamento con un’iscrizione latina ed alcuni strumenti musicali scolpiti, nelle sue vicinanze fu ritrovata la testa di Attis attualmente esposta all’interno del museo.

Ciò che comunemente è chiamato Anfiteatro in realtà aveva una funzione ancora non del tutto chiara, dato che lo si considerava o un anfiteatro o un mercato; recenti studi hanno portato a pensare che in realtà si trattasse del Teatro Sacro, collegato al Sacello delle Divinità Orientali; con l’avvento del cristianesimo molto probabilmente divenne il mercato boario.

All’interno del parco è possibile vedere anche un Criptoportico, struttura tipica romana in parte scavato ed in parte edificato, è ricoperto a botte e presenta delle aperture per l’aerazione. Non si sa attualmente quali strutture si trovavano sopra, risulta quindi difficile identificare la sua funzione di collegamento, potrebbe però trattarsi anche di un deposito di cereali.

Cosa vedere ad Egnazia

Museo archeologico nazionale
Parco archeologico
Il Muraglione
Basilica civile
Basilica episcopale
Sacello delle divinità orientali
Anfiteatro
Criptoportico

Come arrivare ad Egnazia

Auto

10 km a nord-est di Fasano lungo le SP90 e SP4




Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia