conversano
Le terre a sud di Bari

Home » Cosa vedere » Le terre a sud di Bari » Conversano ed i monumenti del suo centro storico

Conversano ed i monumenti del suo centro storico

conversano

Conversano è un antico centro agricolo edificato su un’altura delle Murge sud–orientali famoso soprattutto per la produzione di ottime ciliege.

Le origini di Conversano sono rintracciabili nell’età del ferro, fu un centro peuceta ed era denominato Norba, restano tuttora visibili resti delle antiche mura megalitiche che cingevano l’abitato. E’ stata rinvenuta una necropoli con sepolture risalenti al IV secolo a.C.

Con la dissoluzione dell’Impero d’Occidente, scomparve anche la citta di Norba ma dal V secolo d.C. si hanno notizie di un nuovo nucleo denominato Casale Cupersanem che dall’XI secolo divenne un centro di potere grazie a Goffredo d’Altavilla.

Entrando nel centro storico, si trovano a poca distanza l’uno dall’altro tre importanti monumenti: il castello è di origine normanna ed è posto sul punto più alto della città, nasce come fortezza ma nei secoli a seguito di numerosi rimaneggiamenti prende le fattezze di una suntuosa dimora. All’interno del castello è stata collocata la pinacoteca comunale dove sono esposte alcune tele del pittore seicentesco napoletano Paolo Domenico Finoglia. Poco distante dal castello si trova la cattedrale, in stile romanico pugliese ma con aggiunte barocche, l’interno è a croce latina a tre navate. Dalle spalle della cattedrale è facilmente raggiungibile il convento di S. Benedetto. Molto famoso nel XIII secolo, tanto da prendere il nome di Monstrum Apuliae, il convento era occupato da un ordine femminile ma papa Gregorio X concesse alla badessa poteri sul clero e sul popolo pari a quelli di un vescovo. All’interno del convento si trova il museo civico, sono esposti reperti dell’antica Norba.

Spostandosi in direzione Bari, si incontra la chiesa di Santa Maria dell’Isola, all’interno alcuni altari in legno intarsiato, affreschi seicenteschi, ed il monumento funebre di Giulio Antonio Acquaviva ucciso dai turchi durante l’assedio di Otranto. Una particolare chiesa è quella di Santa Caterina, con pianta a quadrifoglio.

Nelle campagne conversanesi, tra alberi di ciliege e mandorle, verso Putignano si trova Castello Marchione, una villa fortificata utilizzata come residenza di caccia dai conti di Conversano, gli Acquaviva d’Aragona.

Da visitare la riserva naturale regionale orientata dei Laghi di Conversano e Gravina di Monsignore, al suo interno vi sono dei laghetti, attivi soprattutto d’inverno. I laghetti sono delle depressioni naturali che fungono da riserva d’acqua, vi sono delle cisterne di epoca preromana rivestite di pietre a secco.

Cosa vedere a Conversano

Castello
Cattedrale
Convento di S.Benedetto
I laghetti
Chiesa di S.Maria dell’Isola
Chiesa di S.Caterina
Il Castello Marchione

Come arrivare a Conversano

Auto

36 km a sud-est di Bari lungo la SS16

Treno

Collegamenti con Bari (Ferrovie del Sud Est)

Linee urbane

Collegamenti con Bari (Ferrovie del Sud Est, Stp)




Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia