puglia
News Brindisi

Home » Puglia Notizie » News Brindisi » Confesercenti, Puglia al primo posto tra le mete estive degli italiani

Confesercenti, Puglia al primo posto tra le mete estive degli italiani

puglia-vacanze-2016

C’è la Puglia tra le destinazioni nazionali predilette dagli italiani per le vacanze estive 2016: con il giusto ed equilibrato connubio tra arte, mare e natura la nostra regione con il 16% delle preferenze ha messo la freccia sul sorpasso su Sicilia (11%) e Sardegna (10%). Ad assicurarlo un’indagine Swg-Confesercenti sulle vacanze estive degli italiani per il 2016, secondo la quale a concedersi il meritato riposo estivo sarà il 69% degli italiani, contro il 60% del 2015, il 56% del 2014 ed il 52% del 2013, mentre solo il 22% resterà a casa, contro il 37% del 2013 (31% nel 2014, 28% nel 2015). In tanti preferiranno il mare (60%), seguiti a lunga distanza da chi opterà per le città d’arte (10%) e la montagna (10%).

Quasi 36 milioni i vacanzieri che nei prossimi mesi si metteranno in viaggio

Il fattore economico sarà la principale discriminante per chi resterà a casa, ma anche per chi partirà: oltre la metà (55%) di coloro che non si sposteranno questa estate ha indicato quale motivo principale l’eccessivo costo delle vacanze, seguito dai problemi familiari (11%) e dagli impegni di lavoro (9%). Anche chi andrà in vacanza guarderà al portafoglio, scegliendo soprattutto in base alle disponibilità economiche (45%), oltre che della sicurezza del luogo prescelto (11%) e dei compagni di viaggio (11%). E tra coloro che hanno indicato il problema della sicurezza come prioritario, segnalando una certa preoccupazione per il rischio di attentati terroristici, il 44% si è detto pronto a cambiare destinazione ed il 17% a cambiare il mezzo per lo spostamento pur di trascorrere una vacanza tranquilla. La maggior parte degli italiani (62%) resterà al di sotto dei mille euro di spesa. Nel dettaglio, il 22% starà tra i 250 ed i 500 euro, il 15% tra i 501 ed i 750 ed un altro 15% tra i 751 ed i 1.000. Otto italiani su cento spenderanno per le vacanze fino a 1.250 euro, il 6% arriverà fino a 1.500 euro ed un altro 10% starà tra i 1.500 ed i 2.000 euro. Il fattore economico si rifletterà anche sugli strumenti utilizzati per prenotare o organizzare le vacanze: il 50% ha utilizzato o utilizzerà internet, il 19% andrà “alla ventura”, rinunciando a prenotazioni e pianificazioni di qualsiasi tipo, mentre il 14% si affiderà a tour organizzati soprattutto attraverso tour operator e agenzie di viaggi. Il 7% dei vacanzieri cercherà l’affare con le offerte last minute. La famiglia (45%) e la coppia (33%) sono ancora le “formazioni” più frequenti per le vacanze estive, seguite dagli amici (17%), mentre soltanto il 4% trascorrerà la villeggiatura da solo. Quanto alla scelta delle strutture in cui pernottare durante la vacanza, più della metà continuano a preferire alberghi, pensioni (36%) e case in affitto (25%), seguiti da un 16% che sceglierà bed&breakfast ed un altro 13% utilizzerà case di proprietà o si farà ospitare in casa di amici o parenti

«I risultati dell’indagine attestano il meritato successo della Puglia come meta più gettonata per gli italiani – commenta in una nota l’assessore della Regione Puglia all’Industria turistica e culturale, Loredana Capone – e ci dicono che gli italiani, che dopo anni di difficoltà vogliono ricominciare a vivere le meritate vacanze estive, vogliono passarle in Puglia». Per l’assessore si tratta anche della conferma che «tutto il lavoro fatto sinora dalla Regione e da Pugliapromozione continua a dare i suoi frutti. Ci spronano ancora di più a cogliere questa onda lunga positiva, grazie anche al duro lavoro di questi mesi di tessitura del Piano strategico del turismo Puglia365, per porre le basi concrete per le azioni di innovazione, costruzione del prodotto turistico Puglia, riorganizzazione della governance, accoglienza, promozione e formazione per i prossimi dieci anni». Capone si dice certa che «gli imprenditori turistici pugliesi andranno incontro a questa voglia di vacanze pugliesi, offrendo il miglior rapporto possibile tra qualità dei servizi e costo per il pubblico, nonostante le difficoltà che le imprese sono state e sono costrette ad affrontare».


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia